Dalla Slow medicine alla Right medicine

13 novembre 2015. Si è svolto ieri sera a Firenze l’incontro – riflessione sulla SLOW MEDICINE o meglio sulla RIGHT MEDICINE. Ne hanno parlano con i giovani medici Gianfranco Gensini, Giancarlo Berni, Mauro Ruggeri, Alessandro Bussotti. Ha provocato  la discussione Alessio Nastruzzi.

Nell’incontro sono emersi argomenti molto interessanti su cui riflettere e agire. Si è delineato il profilo di un medico “senza tempo” che non ne ha per i suoi pazienti, per ascoltarli e per approfondire le cause dei loro malanni. Un medico oberato dalla burocrazia e dalle costrizioni normative che lo limitano e che gli tolgono autorevolezza e la fiducia dei propri pazienti. Si è anche tratteggiato il profilo di un paziente smarrito, sfiduciato attratto dal “fai da te”.

Si è concluso che occorre ri-costruire un’alleanza basata sulla fiducia medico – paziente e sulla comunicazione efficace, sincera e trasparente. Più tempo quindi al paziente, più consapevolezza del paziente e più fiducia.

In Toscana si sta lavorando per ri-costruire questa alleanza. Prossimamente vi diremo come faremo

7906c12047f7c1bd57830e8ea65b5ebbd2f43a7d48f3a5c3a1438d9d06c3d1808cc47982fa685e2b1056da0c9cb913f4fc9837f5fe45c044c774889da297a2faa5c4326a3621f353176a9dd6f02345db17b3087bb6579c10a1667dc52df0773bIMG_2093sm ruggeri bussottism tavolo lavorosm gensini bussotti