Medicina di genere: nasce il primo gruppo specializzato nelle infezioni

aids womenA Milano all’ospedale San Paolo 11 infettivologhe si occuperanno anche delle ricadute psico-sociali collegate alla positività per Hiv e alle epatiti, papilloma virus, infezioni batteriche, in gravidanza, sistema immunitario

Si chiama Win (Women infectivology network). È il primo gruppo di lavoro italiano, costituito da 11 infettivologhe, dedicato ai problemi relativi alle infezioni nelle donne. Rientra nel progetto europeo “Women for positive action (Wfpa)” che ha come obiettivo l’Aids nelle donne, anzi l’infezione dal virus dell’Aids (Hiv), non solo dal punto di vista medico ma a 360 gradi, occupandosi anche delle ricadute psico-sociali collegate alla positività per Hiv. E, allargando la prospettiva, occuparsi di tutte le infezioni femminili: epatiti, papilloma virus, infezioni batteriche, quelle in gravidanza, sistema immunitario. A coordinare il progetto, targato Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit), è Antonella D’Arminio Monforte, direttrice della Clinica di malattie infettive dell’università degli studi di Milano distaccata all’ospedale San Paolo. «Ognuna delle partecipanti al gruppo di lavoro – spiega – si occuperà di sviluppare dei progetti nella propria area di competenza, attraverso una comune esperienza nel campo dell’infettivologia».

Leggi l’intero articolo di Mario Pappagallo>>

testata corriera della sera

 

Clicca “mi piace” sulla nostra pagina FB mi piace la festa del medico di famiglia