«Io, medico, ho fatto il test Dna: ecco come ti cambia la vita»

dnaHo trovato i geni dell’infarto e anche quelli che lo prevengono. Saperlo è stato inutile, ma ho cominciato a muovermi e a controllare quel che mangio.

«Perché sono ancora così pochi i medici che si fanno analizzare il Dna?», si chiede George Church, professore a Harvard, in un editoriale su Nature. «E se cominciassi col farlo io?», mi chiedo. «E se poi scopro che potrei ammalarmi di Alzheimer o di Parkinson o di certi tumori cosa faccio?». Comunque «meglio sapere», penso tra me e me dopo aver valutato pro e contro? Ne parlo in famiglia, mia moglie è un po’ preoccupata, i ragazzi no, uno mi dice: «Sempre meglio sapere»; un altro: «Che bello lo farei anch’io se fosse possibile»; un’altra: «Papà va bene, fai, ma se ci fossero cattive notizie non le voglio sapere».

Leggi l’intero articolo su Il Corriere>>

testata corriera della sera

 

Clicca “mi piace” sulla nostra pagina FB mi piace la festa del medico di famiglia