“Tumori, ecco i reparti della speranza”

veronesiIndagine Ieo:  meno di cento interventi l’anno in oltre la metà delle strutture di chirurgia toracica. “Così i medici fanno poca esperienza e i rischi aumentano. L’unica soluzione è accorpare”

Vi fareste operare in un reparto di chirurgia toracica dove si fanno appena 25 interventi di tumore al polmone l’anno o anche meno? La risposta probabilmente è no, eppure in Italia ogni anno mille malati finiscono sotto i ferri di medici poco allenati, che entrano in sala in media una volta ogni due settimane. Sono 130 gli ospedali dove l’attività sul polmone è così bassa da giustificare una immediata chiusura da parte delle Regioni, che però non hanno abbastanza coraggio per dire basta. Se si alza la soglia a 50 interventi, comunque pochi, le strutture diventano 160. I dati sono quelli del ministero, rielaborati in una ricerca sul 2011 e il 2012 dall’Istituto oncologico europeo di Umberto Veronesi a Milano, l’ospedale dove si fanno più operazioni per tumore al polmone nel nostro Paese, 326 in un anno.

Leggi l’intlogo repubblicaero articolo su La Repubblica>>

 

Clicca “mi piace” sulla nostra pagina FB mi piace la festa del medico di famiglia