Per salvare il Sistema sanitario non basta piu’ la «rivoluzione» digitale